THE WISE BABY/IL POPPANTE SAGGIO

RIVISTA DEL RINASCIMENTO FERENCZIANO

Fondata dalla Società Italiana di Psicoanalisi e Psicoterapia “Sándor Ferenczi”

Semestrale.   Edizioni ARPA (BS).

Un numero: 25,00€ (spedizione inclusa) Ebook 9,99€

Cover_WB_05.jpg
Vol. 3 (1 e 2)
CESURE E CENSURE

Questo numero doppio 2020 presenta motivi di particolare interesse perché contiene, nella sezione “Documenti”, la prima pubblicazione mondiale di materiali fondamentali per la storia della psicoanalisi, materiali che fanno parte dei Freud Papers conservati presso la Library of Congress di Washington. Si tratta delle interviste a Clara Thompson e a Elizabeth Severn raccolte nel 1952 da Kurt Eissler.

102575421_975545849531822_48031669210070
Vol. 2/2
FERENCZIANA

Un numero speciale della rivista "The Wise Baby" in ricordo di André Haynal (1930-2019).

Cover_WB_03.jpg
Vol. 2/1
SOPRAVVISSUTI, VITTIME E TESTIMONI. LE EVOLUZIONI DELLA TECNICA DI FRONTE AL TRAUMA

Sopravvivenza, vittimizzazione e testimonianza sono oggetto di approfondite discussioni nell'ambito del dibattito psicoanalitico odierno che si trova come mai prima di oggi a confrontarsi con i temi della violenza irrappresentabile, della solitudine e della persecuzione - reale e successivamente introiettata come un cancro che non cessa di erodere l'anima da dentro- e con l'inedita vocazione della psicoanalisi a scoprirsi testimone prima ancora che interprete.

Wise baby 2-2018.jpg
Vol. 1/2
AL DI LA' DELLA NARRAZIONE: TRAUMA DISCONOSCIMENTO E TESTIMONIANZA INCARNATA

Sorta dalle ceneri del paradigma scientifico-naturalistico della psicoanalisi e dal dissolversi dell’illusione che il fattore specifico della cura fosse l’“interpretazione esatta”, l’idea di narrazione si è radicata e diffusa, ampliando il campo, moltiplicando le prospettive, ma anche dissolvendo ogni rapporto con la verità. Ma la psicoanalisi nasce dal bisogno di verità e non ha ragione di essere se smarrisce questa dimensione etica.

Severn.jpg
Vol. 1/1
ELISABETH SEVERN "GENIO MALIGNO" DELLA PSICOANALISI

Elisabeth Severn, definita "genio maligno" da Freud, è la paziente di Ferenczi lo impegnò in una "analisi reciproca", analizzando il suo analista e introducendo un nuovo paradigma nella psicoanalisi.  

La scoperta del Sé della Severn è un complemento essenziale del Diario clinico di Ferenczi: ci conduce alle radici della Metapsicologia della Frammentazione della Vita Psichica: La Severn descrive l'esplosione della psiche e come il Sé può morire in vita. La Severn vi introduce l'idea che sotto ogni nevrosi vi è una psicosi